Paesaggi in apnea - 2014
Paesaggi in apnea è il titolo di una serie di scatti fotografici iniziati nel 2012 aventi come tema il Territorio. Le immagini in formato quadrato, realizzate con una macchina a foro stenopeico, sono ritratti quotidiani di un territorio che l’autrice considera casa sua. I carugatesi che osservano questi scatti possono ritrovare nello sguardo della fotografa il loro sguardo, ovvero quello di chi vive la città e i suoi spazi ogni giorno. Non vi è nulla di particolare nelle foto: la sala cattolica, il parchetto, un orto, una cascina. Nessun evento eclatante, nessuna opera monumentale, solo la semplicità di un territorio che si definisce nelle piccole cose. Nessuna persona è ritratta. I luoghi parlano da sè. In questi spezzoni congelati della realtà, viene percepita addirittura l’aria che c’è tra il soggetto è chi scatta. Quell’aria pesante che riempie le estati afose di queste parti e che immobilizza ogni cosa facendo trattenere il respiro, che rende poco chiari i contorni di ciò che ci circonda come poco chiari sono i confini dell’identità mutante di questo paese, sempre sfuggevoli e indefiniti. Il progetto è aperto, in continuo divenire, proprio come gli spazi di questo territorio. Le foto sono state realizzate da Arianna Galli

share on